La Fisioterapia si avvale di un valido aiuto da parte della tecnologia e dell’ingegneria meccatronica.

Sono strumenti che accelerano i processi di guarigione e di dis-infiammazione del corpo, sfruttando frequenze elettromagnetiche per stimolare i tessuti del corpo e i substrati energetici già presenti all’interno delle nostre cellule.


Utili in caso di infiammazioni o lesioni locali, come strappi, tendiniti, interventi chirurgici ortopedici e non solo.

 
La Diatermia, chiamata anche Tecar-terapia, è uno strumento elettromedicale che genera calore nei tessuti favorendone la guarigione. 
E' in grado di alleviare il dolore agendo sull'infiammazione e rilassando i muscoli. Permette quindi una guarigione più veloce.
Si applica una crema conducente per poter far scorrere un manipolo sulla cute effettuando un massaggio e si posiziona una piastra sulla parte da trattare.
Può  lavorare secondo due modalità:
-CAPACITIVA per problematiche relative ai tessuti molli
-RESISTIVA indicata per il trattamento dei disturbi ossei, articolari e cartilaginei.
E' la più recente delle applicazioni delle onde radio.
Produce un costante aumento della temperatura corporea in modo localizzato e a profondità precisa.
Si tratta di un macchinario elettromedicale dotato di un "bolus" ovvero un sacchetto di acqua che viene riscaldato e messo a contatto con la zona da trattare. Il riscaldamento può arrivare fino a diversi centimetri di profondità.
La temperatura viene impostata in base alla patologia da trattare.
Il calore raggiungendo in profondità i tessuti danneggiati accelera la guarigione durante la fase cronica di un trauma o di un infortunio senza danneggiare l'epidermide.
La Laserterapia viene impiegata per ridurre l'infiammazione di tessuti, tendini e muscoli e attenua il dolore grazie all'energia elettromagnetica prodotta dalla sorgente della radiazione luminosa.
Il vantaggio di questo strumento è che il raggio laser riesce ad arrivare in profondità. 
Il laser da noi utilizzato è indicato sia in acuto sia in cronico  con effetto trofico/biostimolante, sia con effetto analgesico.
Gli ultrasuoni sono uno strumento elettromedicale che si avvale di vibrazioni sonore a frequenze molto elevate e non percettibili.
Producono due effetti, uno pulsante meccanico e uno termico.
Viene utilizzato a  contatto diretto sulla zona da trattare.
Sulla testina dell'apparecchio si applica un gel conduttivo che permette una migliore trasmissione delle vibrazioni sonore.
Si effettuano movimenti circolatori molto lenti a contatto con la cute. 
La sua funzione è quella di  bio-stimolare il tessuto . In questo modo, i tessuti del corpo si caricano di energia e riescono ad accelerare i loro processi fisiologici.
E' molto utile in caso di gonfiori articolari o muscolari, patologie dei tendini, artrosi e strappi muscolari (anche in acuto).
In caso di patologie osse, muscolari, tendinee o di ematomi o fratture, gli ultrasuoni riescono ad alleviare il dolore e ridurre la sofferenza.
E' un metodo non invasivo.
Consiste nell'applicare degli elettrodi sulla cute. Vengono emessi dei lievi impulsi elettrici indolori che attivano le fibre nervose riducendo il dolore.
Può essere utilizzato con due funzioni: una analgesica e una di attivazione dei muscoli.
La prima è in grado di inibire la trasmissione sinaptica dei neuroni responsabili dell'invio delle informazioni di dolore producendo un effetto antidolorifico.
La seconda funzione, utilizza gli impulsi elettrici per attivare i muscoli producendo una  contrazione passiva oppure accompagnata all'atto motorio volontario. 
Permette anche la liberazione delle endorfine.
La sensazione percepita è quella di un formicolio leggero.
 
Generalmente la corrente elettrica applicata è ad alta frequenza(>50Hz) ma a bassa intensità sensoriale (<10Hz)
La Magnetoterapia è una terapia fisica che sfrutta le onde elettromagnetiche a diverse frequenze e intensità mobilitando gli ioni positivi e negativi presenti nelle nostre cellule.
E' sicura, non invasiva e non dolorosa. Consiste in una piastra applicata con delle fasce attorno alla zona  da trattare.
Stimola l'osso a rigenerarsi.
Migliora la circolazione sanguigna e stimola la produzione di endorfine.
Utile in caso di fratture o ritardi ci consolidamento delle lesioni ossee.
E' una terapia non invasiva che utilizza onde acustiche ad alta energia.
Sono percepite come impulsi ad elevata intensità e breve durata e si focalizzano con precisione sulla zona da trattare.
Si tratta di una "pistola" appoggiata sulla zona esatta che deve essere trattata. Emette delle percussioni sui tessuti.
 
E' utile per stimolare il muscolo a ripararsi correttamente in seguito a strappi e stiramenti.

Ci sono molti trattamenti che promettono di ridurre o persino eliminare il problema, ma il più efficace è rappresentato dalle onde d'urto.

Questo trattamento permette di contrastare l’adiposità localizzata e il rilassamento cutaneo restituendo tonicità alla pelle. Agisce sul metabolismo cellulare e ha un effetto rigenerativo importante senza essere invasivo e senza effetti collaterali.​

La cellulite ha due componenti una acquosa e una adiposa.
Viene applicato un gel sulla zona da trattare, si posiziona una sonda a contatto con la pelle che emette le onde d’urto. Queste si propagano sotto forma di impulsi di pressione aumentando la vascolarizzazione e i processi metabolici. Il risultato è un miglior drenaggio dei liquidi e il rassodamento della parte trattata.
Le percussioni ad alto impatto, migliorano l'ambiente del tessuto sottocutaneo riducendo l'infiammazione e di conseguenza il gonfiore e il ristagno di acqua conseguente della cellulite. La circolazione sanguigna aumenta e stimola la produzione di collagene.
Servono più sedute per intervenire efficacemente, ma non si attende a lungo per vedere i risultati. I primi miglioramenti si possono osservare già nel corso della seduta.​
L’onda d’urto è risultata essere un trattamento molto efficace per tutte le tipologie di cellulite:
-cellulite edematosa (evidente ritenzione idrica)
-cellulite fibrosa (tipica pelle “a buccia d’arancia”)
-cellulite sclerotica (tessuto duro, dolente e presenza di noduli di grandi dimensioni)
Metodo di origine cinese che consiste nel creare un vuoto attraverso l'utilizzo di campane di plastica.
Si crea cosi un "risucchio" della cute e dello strato sottocutaneo (ipoderma o fascia superficiale).
Consiste quindi nello scollare il tessuto superficiale dai piani sottostanti.
Stimola la circolazione sanguigna e linfatica.
Utile, quindi, in caso di dolorabilità al tocco o alterazioni trofiche della cute.
 
 
 
 
 
 

 

fisiocheck s.r.l

VIA VICENZA, 43

ALTAVILLA VICENTINA 36077

P.IVA 04047760246

 

icona-whatsapp.png

©2020Fisiocheck

 

TEL:0444/371120 

CELL: 342/1825218

EMAIL: info@fisiocheck.it

 

 

CONTATTI

 

SEGUICI SU

  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube